Polemiche per i festeggiamenti dei tifosi del Napoli dopo la vittoria della Coppa Italia dopo aver battuto in finale la Juventus. Caroselli fino a notte fonda e maxi assembramenti con molte persone in giro senza mascherina. “Sciagurati! In questo momento non ce lo possiamo permettere, per fortuna è accaduto a Napoli, dove governatore e sindaco hanno messo in atto misure rigide e l’incidenza del virus è più bassa che altrove” commenta così Ranieri Guerra ad Agorà, su RaiTre.

Il direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) aggiunge: “Fa male vedere queste immagini. Ricordo quanto ha contato la partita dell’Atalanta all’inizio dell’epidemia. Non vorrei che si ripetesse proprio ora”.

“Non vorrei che riprendessimo con comportamenti errati – conclude – proprio nel momento in cui il Comitato Tecnico Scientifico ha cercato di accogliere le proposte della Figc per non limitare al massimo l’indotto del calcio nel nostro paese, come sarebbe invece suggerito da scienza e coscienza medica”.

DE MAGISTRIS – ”Ieri sera ha vinto il contagio della felicita”’. Cosi’ il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, su La7 in relazione ai festeggiamenti che ieri sera hanno visto nelle strade della città centinaia di tifosi usciti per festeggiare la conquista della Coppa Italia da parte del Napoli.

SALVINI – “Mi domando dov’era il signor De Luca, quello pronto ad usare i bazooka contro i milanesi e contro gli italiani che andavano in giro per Napoli e per la Campania”. Così il segretario della Lega Matteo Salvini nel corso del suo intervento a Mattino Cinque.