Si fa sempre più forte l’ipotesi omicidio per la morte di Dario Angeletti, 50enne biologo marino e professore associato all’università di Viterbo trovato senza vita nel pomeriggio odierno all’interno della sua auto nel parcheggio delle Saline a Tarquinia, in provincia di Viterbo.

Angeletti, che come riporta Repubblica è dal 2010 titolare dei corsi di ecologia applicata e tutela dell’ambiente marino che si svolgono presso il Polo Universitario di Civitavecchia, è stato trovato senza vita con una ferita alla testa riconducibile ad una arma da fuoco. Arma in questione che però gli investigatori non hanno trovato nei dintorni.

Sul caso indagano carabinieri di Tarquinia e del Comando provinciale di Viterbo, che comunque non escludono anche l’ipotesi del suicidio. Proprio alle Saline si trova il laboratorio di ecologia e centro ittiogenico sperimentale dove la vittima spesso si recava per lavoro: non è chiaro se Angoletti si trovasse lì per motivi professionali.

Il magistrati di turno ha disposto l’esame autoptico, che dovrebbe essere svolto giovedì. La Volvo di proprietà del professore universitario è stata invece sottoposta a sequestro dopo i primi accertamenti sul posto.

I militari hanno anche acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona, che potrebbero dare un aiuto fondamentale per capire cosa sia successo oggi pomeriggio alla Saline. 

Redazione