Non si nasconde il governatore del Lazio. E gonfia il petto su quello che è stato il miglior punto del suo mandato: la gestione dei vaccini. “Sulla campagna vaccinale il Lazio è la regione migliore d’Italia”. A dirlo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante l’inaugurazione di un cantiere per la realizzazione delle opere pubbliche nel Piano di zona de La Storta a Roma. «Sui vaccini dobbiamo essere orgogliosi – ha detto Zingaretti -. Qualcuno è invidioso e dice “adesso il Lazio è il meglio di Italia?” Si perchè ce l’abbiamo fatta – ha sottolineato Zingaretti -: abbiamo affrontato la pandemia, la campagna vaccinale va bene, siamo la regione che è stata meno di tutte le altre con le attività economiche chiuse. Tutti siamo stati bravi a contenere la pandemia e siamo la prima regione italiana che ha già vaccinato gli over 60, salvando tante vite umane. Quindi stiamo uscendo dalla pandemia e anche questo mi auguro che contribuisca a dare fiducia. Ora la priorità – ha concluso Zingaretti – è creare lavoro ed essere vicini a chi il lavoro non ce l’ha, o con la cassa integrazione o con percorsi di formazione per evitare che dopo la tragedia della pandemia si apra la tragedia sociale».

Carlo Romano