Si va verso la ‘zona rossa’ in tre comuni della Valle d’Aosta. L’ordinanza della Regione dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Lo rivela l’Ansa. Fino a ora, dall’inizio dell’emergenza coronavirus, solo Pontey, durante la fase acuta della pandemia, in primavera, era stata dichiarata ‘zona rossa’.

La misura verrà presa nelle prossime ore dal Presidente della Regione Renzo Testolin, divenuto governatore ad interim, in seguito alle dimissioni del predecessore Antonio Fosson, nel 2019. I comuni oggetto dell’ordinanza saranno Saint-Denis, Chambave e Verrayes – rispettivamente 375, 929 e 1.286 abitanti – nei quali l’indice di contagio Rt è salito oltre la soglia stabilita dalle disposizioni sull’emergenza sanitaria.

LA SITUAZIONE – Il bollettino diffuso ieri dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile aveva registrato 37 nuovi positivi, con 295 attualmente positivi, di cui tre in terapia intensiva, 13 ricoverati con sintomi e 279 in isolamento domiciliare. I casi di contagiati, in totale, dall’inizio dell’emergenza, sono stati 1.566, 1.125 i guariti e 146 i morti. Sono in tutto 17 i ricoverati all’ospedale Parini d’Aosta con problemi respiratori. Sette nel reparto malattie infettive, sette nel reparto covid e tre in terapie intensiva. I pazienti hanno per la maggior parte tra 40 e 60 anni. Anche una 14enne è ricoverata.

LE REGIONALI – In Valle d’Aosta si è votato alle amministrative dello scorso 20 e 21 settembre. Primo partito è risultato essere la Lega con il 23,9%, seguita dall’Union Valdotaine al 15,8%, dal Progetto Civico Progressista al 15,2%, dall’Alliance Valdotaine – Stella Alpina – Italia Viva all’8,9%, Vallée d’Aoste unie all’8,1%, Per l’autonomia al 6,4%.