Sono almeno 90 le vittime e 34 i dispersi a causa delle inondazioni che da due settimane stanno colpendo il Vietnam. Sono oltre 120mila le persone costrette all’evacuazione a causa dell’emergenza. L’alluvione è considerata la più forte degli ultimi anni a colpire il Paese. Colpita dall’emergenza anche la vicina Cambogia dove sono morte almeno otto persone.

A essere colpita è in particolare l’area centrale del Vietnam. Le alluvioni hanno causato numerose frane e inondazioni di fango. Il Centro Nazionale per la gestione dei disastri ha fatto sapere che 14 soldati sono morti e altri otto sono dispersi nella provincia di Quang Tri. Una caserma del quarto distaccamento è stata sepolta da una valanga di terra e fango. Lo smottamento si è verificato all’alba di ieri. Decine di soccorritori stanno lavorando per cercare di ritrovare vivo uno degli otto dispersi.

Un’altra valanga ha sepolto 17 operai nella provincia di Thua Tien-Hue. Ritrovati i corpi di due operai. Alcuni giorni fa 13 membri di una squadra di soccorso sono morti nel tentativo di soccorrere i lavoratori di una centrale idroelettrica travolta da una frana. Diverse province del Centro e del Nord del Paese continuano a essere colpite da forti piogge. Secondo il servizio meteorologico le precipitazioni continueranno almeno fino a mercoledì 21 ottobre.

Redazione