Torna l’autunno dopo le abbondanti precipitazioni dello scorso fine settimana e dopo i giorni di tregua di questo inizio settimana. Prevista per domani una perturbazione di origine atlantica che insisterà soprattutto al Centro-Nord con temporali, nubifragi e burrasche di vento. A farlo sapere il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara.

“Domani – spiega – piogge e temporali si intensificheranno tra Liguria, Piemonte, nordovest Lombardia ed Emilia occidentale, dove saranno possibili anche locali nubifragi. Piogge e rovesci avanzeranno anche su Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia, concentrandosi però soprattutto su Alpi, Prealpi e pedemontane. Coinvolta anche la Toscana specie settentrionale, mentre sul resto del Centrosud il tempo sarà spesso asciutto”. Raffiche di vento, Scirocco e Libeccio, oltre i 60 e i 70 chilometri orari su Tirreno, Sardegna e Liguria. Di conseguenza si verificheranno mereggiate sulle coste esposte.

“Sabato transiterà una forte perturbazione che porterà rovesci e temporali non solo al Nord ma anche sulle regioni del Centro – avverte l’esperto – non si escludono locali nubifragi e grandinate tra Liguria, Emilia Romagna, Triveneto, Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. Gli accumuli complessivi insieme a venerdì potranno inoltre superare anche i 100-150mm su Liguria, alta Lombardia, alto Piemonte, Trentino, Prealpi venete, Friuli Venezia Giulia e Toscana nord occidentale. Domenica dopo una breve tregua iniziale altri acquazzoni e temporali bagneranno il Centronord, specie il versante tirrenico, mentre il Sud continuerà a rimanere ai margini dell’azione ciclonica. Il tutto accompagnato da venti di Libeccio e di Scirocco, con raffiche di oltre 60-70km/h al Centrosud, fino a 100km/h sull’Appennino. Le temperature infine – conclude Ferrara – saranno un continuo saliscendi con una prima impennata termica al Centrosud indotta dai venti di Scirocco, poi calo termico nel weekend soprattutto al Nord”.