Il maltempo che si è abbattuto oggi in tutta Italia non risparmia l’avellinese. Un’enorme colata di fango ha invaso il centro abitato di Monteforte Irpino, comune di 12mila abitanti con un centro storico ai piedi della montagna che è totalmente invaso. Fango e detriti hanno bloccato i vicoli che hanno bloccato i vicoli che sfociano in piazza Umberto I.

Il fango ha invaso anche piani terra e i locali seminterrati oltre ad aver bloccato alcune automobili. I Vigili del Fuoco e gli abitanti si sono rifugiati nei piani alti delle abitazioni. Molti di loro hanno diffuso filmati e video sui social.

Il sindaco Costantino Giordano ha diramato un avviso chiedendo di non uscire da casa per le prossime ore. Non va meglio ad Avellino dove è esondato il fiume Fenestrelle allagando la zona alle spalle di via Roma. Alcune zone della citta’ sono allagate, in particolare via Francesco Tedesco, via Ferriera.

La Protezione Civile ha diramato un’allerta meteo arancione fino alle 6:00 di domani mattina. Precipitazioni abbondanti e vento forte si sono abbattuti sulla Regione durante tutto il fine settimana. L’allerta è stata prorogata fino a martedì alle 6:00 ma abbassata a livello giallo.

LA NOTA DELLA PROTEZIONE CIVILE – La Protezione civile della Regione Campania è al lavoro nelle zone colpite dal maltempo a supporto degli enti locali. L’intero sistema, composto da volontari, tecnici del Genio civile e funzionari regionali, è stato prontamente attivato per portare soccorso alle popolazioni in difficoltà ed effettuare le verifiche tecniche sul territorio per gli interventi di massima urgenza.

Le situazioni maggiormente critiche a Sarno e a Monteforte Irpino, dove i Sindaci hanno allestito centri di accoglienza per le famiglie fatte evacuare. La protezione civile regionale ha già trasferito complessivamente oltre 100 brandine per supportare i due enti locali. In particolare, a Monteforte i maggiori problemi si sono riscontrati a Valloncello Oscuro dove in località Pastelle si è creato un invaso in cui si è accumulato molto materiale alluvionale creando problemi per le abitazioni limitrofe. Volontari sono al lavoro in tutta la zona dell’Agro Nocerino-Sarnese dove i tecnici regionali hanno riscontrato la rottura degli argini del Sarno nel territorio di Nocera Inferiore. Allagamenti anche a Mercato San Severino.

In Irpinia, colate di fango a Moschiano e Monteforte Irpino dove si è completamente allagato il centro cittadino: sopralluoghi tecnici da parte del Genio civile sono già previsti per domani mattina. Altri allagamenti si sono registrati a Forino e Montoro. Nel casertano, intervento dei tecnici della protezione civile regionale a San Nicola La Strada e San Marco Evangelista. Nel napoletano a Quarto allagamenti dovuti a una esondazione: attivato il genio civile.
La Sala operativa della Protezione civile regionale è al lavoro h24 per coordinare gli interventi a supporto degli enti locali.

La situazione meteo come annunciato dalla vigente allerta Arancione per dissesto idrogeologico diffuso, è stata aggravata dagli incendi dei giorni scorsi. L’allerta Arancione resta in vigore fino alle 6 di domani mattina quando si passa al Giallo per ulteriori 24 ore, ma con massima attenzione per le aree già interessate dalle precipitazioni a causa dei terreni saturi di acqua e dagli incendi. Il Direttore della Protezione civile Italo Giulivo tiene costantemente informato il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca.