Il gol infinito di Maradona contro l’Inghilterra nel 1986 non può non essere considerata Arte, le movenze di George Best sembrano dipinte da Caravaggio, le geometrie essenziali dei passaggi in profondità di Pirlo sono degne di un haiku giapponese. Giocatori di calcio come opere d’arte, ma cosa succede se immaginiamo i grandi artisti del passato confrontarsi con la cultura calcistica. Dalì con la sua tempra e pazzia sarebbe diventato il leader delle furie rosse? E cosa succederebbe ai contemplativi scrittori russi: Dostoevskij vestirebbe certo con orgoglio la maglia della nazionale guidando con rigore morale il centro della difesa? Si sta giocando il campionato europeo. E esiste niente più della cultura, arte e filosofia europei che riescano a rappresentarci tutti insieme come unico continente. Forse soltanto la cultura calcistica … e, sicuramente, una buona birra.
ACCOPPIATA VINCENTE
Questa accoppiata vincente nasce in Inghilterra alla fine del 1800, paese in cui nacque ufficialmente il gioco del calcio. Così come basta una bevanda leggera e non troppo alcolica per dissetarsi, allo stesso modo per praticare il gioco del calcio non occorre molto: serve un pallone e una qualsiasi superficie. In Italia, questo sport appassiona tutti sin da bambini: quanti di noi da piccoli hanno giocato in campi improvvisati in parcheggi, dove gli zaini facevano da palo. Da grandi la passione rimane sempre la stessa ma dalle strade si sposta nei bar e nei pub! La sacralità delle cose impone necessariamente delle raffigurazioni, la manifestazione opulenta di una rappresentazione grafica, come sfogo di una incontenibile fede. La liturgia calcistica permette, per fortuna, di circoscrivere l’istinto fideistico a un unico soggetto degno di adorazione, senza il timore di un dio all’infuori di lui: il calciatore, il campione, il fuoriclasse, il bomber.
L’ESPERIENZA NATA AL PUB 16
Da una collaborazione tra 16BIRRA e Pupazzaro, nella splendida cornice del Chiostro del Bramante, nasce il progetto Cultural FC Beer: 6 birre artigianali prodotte da Jungle Juice che rendono omaggio ad artisti del passato ritratti in chiave calcistica. Frida Kahlo, Vincent Van Gogh; Leonardo da Vinci, René Magritte, Salvador Dalí e Ludwig van Beethoven sono pronti a scendere in campo con le loro nazionali.

Redazione