Una vera e propria “cucina da incubo”, con blatte morte e condizioni igienico sanitarie a dir poco pessime. Un ristorante giapponese in via del Gazometro è stato così chiuso dagli agenti della Polizia di stato, intervenuti durante alcuni controlli straordinari del territorio.

I FATTI

Gli agenti del commissariato Colombo, effettuando una verifica presso il locale di cucina giapponese, hanno riscontrato sporcizia diffusa e presenza di animali infestanti: una situazione che li ha spinti a richiedere l’intervento del personale della Asl. Nel magazzino interrato, oltre a blatte morte, anche materiali di risulta tra cui un water e calcinacci. Il personale Asl addetto al controllo ha quindi emesso un provvedimento di chiusura immediato del locale, fino alla completa eliminazione di tutte le non conformità riscontrate, in quanto potenziale pericolo per la salute pubblica. Inoltre, tra le varie irregolarità, sono stati trovati anche prodotti alimentari di origine animale privi di etichettatura, tracciabilità e confezionamento, conservati in frigoriferi e congelatori, per un peso complessivo di 44.5 Kg. Oltre a una sanzione di 1.500 euro, tutto il materiale è stato posto a sequestro amministrativo in attesa della distruzione. Durante i controlli è stato anche individuato un minore in possesso di bevande alcoliche, vendute dal titolare di un minimarket gestito da un cittadino bengalese che riceverà una multa di 400 euro. Il ragazzo minorenne è stato invece riaffidato alla famiglia.

 

Mariangela Celiberti