Centomila euro. È la donazione personale con cui Chiara Ferragni e Fedez, danno il via a una campagna a sostegno della raccolta fondi per l’Ospedale San Raffaele di Milano. Obiettivo è quello di favorire la creazione di nuovi posti letto all’interno del reparto di terapia intensiva ad oggi necessari e indispensabili per affrontare l’emergenza sanitaria del Coronavirus. La raccolta èp aperta e disponibile alle adesioni al link https://www.gofundme.com/f/coronavirus-terapia-intensiva. L’iniziativa realizzata con la collaborazione del professor Alberto Zangrillo, primario di terapia intensiva cardiovascolare e generale dell’ospedale San Raffaele di Milano, andrà in supporto alla terapia intensiva appunto, ambiente super specialistico per malati gravi. Gli ammalati con insufficienza respiratoria causata dall’epidemia in corso occupano questi reparti che risultano altamente insufficienti a fronteggiare la crisi. Un letto di terapia intensiva ha un costo nettamente superiore rispetto a un letto di degenza normale. È necessario un monitor che rilevi le funzioni vitali del paziente, un ventilatore che assista la respirazione del malato e una serie di pompe infusionali per liquidi e farmaci.

“È un contributo concreto che apprezziamo moltissimo e che speriamo sia di esempio per molti. Noi continuiamo la nostra battaglia, che vinceremo, contro questa emergenza straordinaria, dove le terapie intensive rappresentano l’unica possibilità di guarigione per i pazienti più gravi” ha dichiarato da parte sua il professor Alberto Zangrillo.

ARMANI E DOLCE&GABBANA IN CAMPO CON LE DONAZIONI – Anche il gruppo Armani è sceso in campo per l’emergenza Coronavirus. L’iniziativa della casa di moda del patron Giorgio ha portato ad una donazione da un milione e 250mila agli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele, Istituto dei Tumori di Milano, Spallanzani di Roma e a supporto dell’attività della Protezione civile.

E sempre nell’ambito della moda Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno annunciato di aver destinato fondi all’Humanitas University per sostenere uno studio sulle risposte del sistema immunitario al coronavirus coordinato dall’immunologo Alberto Mantovani. “Per noi è un dovere morale supportare la ricerca scientifica”, hanno dichiarato i due stilisti.