Un ordigno è esploso poco prima delle 23 di martedì davanti allo studio professionale di commercialista del sindaco di Soleto (Lecce), Graziano Vantaggiato. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli agenti del commissario di Galatina. Sono in corso indagini serrate da parte delle forze dell’ordine per chiarire il movente e l’identità del mandante dell’attentato dinamitardo.

Il sindaco, 53enne eletto in una lista civica trasversale ai partiti e al secondo mandato presso il municipio, non ha saputo spiegare eventuali motivazioni dietro l’attentato dinamitardo subito. Al momento i militari stanno acquisendo le immagini della videosorveglianza.

Vantaggiato svolge l’attività da commercialista nell’immobile preso di mira sin dal 1991, mentre la sua abitazione è ben distante dal suo studio.

I danni causati dall’esplosione hanno provocati problemi solo agli infissi, mentre nessuna conseguenza è stata rilevata per le abitazioni vicine o ai mezzi parcheggiati in zona. La deflagrazione è stata invece udita a decine di metri di distanza.