Era in vacanza con i genitori in Costiera Amalfitana quando ha ingerito del liquido insetticida. Un bambino di 13 mesi è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Santobno di Napoli. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di domenica a Furore, comune in provincia di Salerno. Il piccolo è figlio di una coppia di turisti romani che, non appena hanno intuito cosa fosse accaduto, hanno lanciato l’allarme e chiesto l’intervento dei sanitari.

La madre e il padre si sono accorti che il figlioletto aveva staccato il diffusore elettrico di un liquido antizanzare dalla presa della corrente elettrica, assumendone il contenuto. Un’ambulanza del 118, scortata dai carabinieri per bypassare il traffico dovuto alla Regata Storica delle Repubbliche Marinare, ha trasportato il bambino al pronto soccorso dell’ospedale “Costa d’Amalfi” di Ravello dove è stato assistito dal rianimatore che ha provveduto ad intubarlo e stabilizzarlo.

Successivamente il piccolo paziente, sempre assistito dal rianimatore, è stato trasportato in ambulanza al porto di Maiori per il trasferimento in elisoccorso all’ospedale “Santobono” di Napoli.

Redazione