Sospettava che la moglie avesse un amante e per questo, durante il sonno, le ha sferrato un pugno e ha poi tentato di soffocarla con un cuscino. L’uomo, un 45enne di Bibbiano, è stato fermato dal figlio di 14 anni che ha sentito le urla della madre e ha prontamente chiamato i carabinieri. I militari giunti sul posto lo hanno tratto in arresto: dovrà ora rispondere dell’accusa di tentato omicidio nei confronti della coniuge 40enne.

I fatti sono avvenuti a fine gennaio ma solo oggi è stato emesso il provvedimento restrittivo di natura cautelare nei confronti del 45enne, come richiesto dal pm Marano.

L’uomo finito agli arresti domiciliari si è avvalso dalle facoltà di non rispondere. Madre e figlio sono stati trasferiti in una località protetta, mentre il 45enne è ristretto ai domiciliari nell’abitazione dove è avvenuta l’aggressione.