Il corpo di un uomo è stato rinvenuto ieri sera in un bar a Centocelle, Roma, poco prima delle 21:00 di ieri sera. L’attività si trova in via delle Ninfee. Il titolare del bar è stato arrestato. Non è escluso di tratti di un omicidio. Sul caso, ancora tutto da chiarire, indaga la polizia.

Il cadavere è di Costantino Bianchi, un commercialista. A quanto risulta dai primi accertamenti sarebbe stato raggiunto diverse volte da colpi scagliati con un oggetto contundente. La polizia scientifica ha cercato l’arma del delitto tutta la notte nei dintorni del bar. Il corpo è stato ritrovato riverso in bagno. Tracce di sangue all’interno del locale.

Il titolare del bar, un uomo di 26 anni, Vincenzo Di Benedetto, è stato fermato dagli agenti della squadra mobile. Gestiva il locale dall’ottobre del 2020. Secondo le prime ipotesi investigative il delitto sarebbe stato il culmine di una lite. L’uomo è stato accompagnato subito in Questura.

Le forze dell’ordine hanno chiesto il sequestro delle immagini delle telecamere interne al bar e quelle della zona. Diversi testimoni sono stati sentiti. Repubblica ha raccontato che era ormai notte quando un amico del commercialista è arrivato sul posto, allertato dalla compagna di Bianchi, preoccupata perché l’uomo non aveva fatto ritorno a casa la sera. Anche la donna sarà ascoltata.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.