Il vaccino cinese anti-covid CanSino è stato approvato in Ungheria per l’uso d’emergenza: è il primo Paese europeo ad approvare il siero, noto con il nome Convidecia. Prima lo avevano autorizzato Messico e Pakistan. L’Istituto nazionale ungherese per il farmaco ha agito sulla base dei risultati preliminari della fase 3 dei trial clinici. L’Ungheria aveva già approvato uno dei vaccini cinesi della Sinopharm, facendo partire l’inoculazione il 24 febbraio.

Budapest si è anticipata anche sullo Sputnik V, il preparato russo, che il commissario europeo Thierry Breton al momento ha bocciato. Il direttore sanitario Cecilia Muller lo ha annunciato in conferenza stampa. L’Ungheria ha approvato anche l’importazione di CoviShield, la versione indiana di AstraZeneca. L’Ungheria non sta dunque aspettando le approvazioni dell’Agenzia Europea del Farmaco (Ema). Al momento l’Europa ha approvato quattro farmaci: Pfizer-BioNTech, Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson – quest’ultimo sarà disponibile in Italia da metà aprile.

Al momento la Cina, da dove dalla città di Wuhan nella regione dello Hubei, è esplosa l’epidemia da coronavirus che si è estesa in tutto il mondo diventando pandemia, ha approvato quattro vaccini sviluppati localmente. E sono stati sviluppati CanSino, appunto, Sinovac e due unità del China National Pharmaceutical Group della Sinopharm, il gruppo farmaceutico statale cinese. La scorsa settimana è stato autorizzato un quinto preparato per l’uso di emergenza. Pechino ha fissato l’obiettivo di immunizzare 500 milioni di persone entro giugno. Non ha approvato il farmaco Pfizer-BioNTech che è stato invece il primo a essere approvato da Stati Uniti e Unione Europea.

Il ministro degli Esteri messicano Marcelo Ebrard ha annunciato la distribuzione del vaccino, prodotto in Cina e confezionato nello stato di Queretaro nello stato centrale del Messico, dichiarando: “Si tratta di un vaccino monodose, che ha subito la più grande sperimentazione in Messico, coinvolgendo quasi 15mila volontari”. Il preparato è stato sviluppato dalla CanSino Biologics e l’Accademia di Scienze mediche militari cinese.  Il vaccino Ad5-nCoV secondo i risultati preliminari l’efficacia sui casi sintomatici è del 65,28% dopo 28 giorni dall’inoculazione, e del 68,83% a 14. Per i casi gravi l’efficacia sale al 90,98% e del 95,47% a 28 e a 14 giorni dall’inoculazione.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.