Sta prendendo forma il progetto benefico messo in piedi dalla consigliera comunale Stefania Fanelli con il supporto Salvatore Giarmaná, già conosciuto nel mondo dell’associazionismo Maranese, e Alessandra Salomone, che con attenzione e sensibilità stanno cercando di dare vita ad una rete di coordinamento tra persone, associazioni, attività commerciali per il bene comune della città di Marano. L’obiettivo è effettuare tamponi antigenici rapidi per individuare il Covid-19 nelle fasce più deboli della popolazione della città di Marano.

Partirà infatti questo weekend, da sabato 28 novembre, la campagna che per tutto il periodo di emergenza accompagnerà le persone in difficoltà nel percorso di diagnosi della malattia. I test verranno effettuati dietro prescrizione medica e solo su prenotazione nei centri di analisi abilitati che stanno aderendo all’iniziativa, le persone saranno individuate soprattutto grazie all’importante lavoro delle comunità parrocchiali del comune e della Caritas.

Un plauso va alle tante attività commerciali ed associazioni di Marano di Napoli che in queste ore stanno sponsorizzando il progetto fornendo carburante alla macchina di beneficenza che vuole partire presto per poter “tamponare” quante più persone possibili. “L’obiettivo è quello di scatenare un ‘tamponamento’ a catena”, recita il volantino dell’iniziativa. “L’idea del tempone sospeso è partita per sensibilizzare ed invitare le persone a fare lo screening – spiegano gli organizzatori dell’iniziativa – Purtroppo da tempo viviamo sul territorio rallentamenti delle Usca e quindi noi ci inseriamo per diagnosticare positività e/o negatività delle persone che hanno difficoltà economica”.

Per informazioni e prenotazioni o richieste di adesione al progetto è possibile scrivere una mail all’indirizzo tamponesospesomarano@gmail.com o chiamare allo 350 173 4947 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19. Per donazioni: IT20D3608105138293985393991 Causale: Donazione Tampona chi non può

 

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.