Durante tutto il periodo di emergenza da Coronavirus i generi di prima necessità, e quindi alimenti e medicinali, saranno sempre reperibili. Non c’è alcun bisogno di prendere d’assalto supermercati e farmacie, il governo l’ha sottolineato più volte invitando alla calma i cittadini e ritenendo inutili provviste eccessive. Qui di seguito qualche consiglio per affrontare questo periodo di isolamento e quarantena. Il Riformista ha raggiunto telefonicamente Luciano Giardino, medico di medicina generale e specialista in Cardiologia, per qualche consiglio su come affrontare al meglio questa crisi.«Bisogna osservare – spiega Giardino – scrupolosamente tutte le direttive ministeriali. È fondamentale, al fine di prevenire il contagio, evitare contatti fisici ravvicinati e recarsi nello studio del proprio medico di base. Cercate di assumere tanta vitamina C». Una delle raccomandazioni principali, ripetuta di continuo in questi giorni, è quella di evitare di lavare continuamente le mani e di evitare di portarle al naso e alla bocca. E il dottor Giardino aggiunge: «Ricordiamoci di lavare e disinfettare anche lo smartphone che maneggiamo continuamente durante la giornata». Enrica Grassi, invece, giovane food blogger napoletana e ideatrice del blog “Grassi in forma” ha suggerito ai lettori del Riformista qualche consiglio utile su spesa e ricette da preparare a casa, dove saremo costretti a passare tanto tempo. «È fondamentale prediligere un’alimentazione sana che dia al nostro organismo tutto ciò di cui ha bisogno per innalzare le difese immunitarie ed eventualmente combattere il virus – dice Enrica – ed è altrettanto importante cercare di fare attività fisica anche a casa».

Quali accorgimenti possiamo osservare in questo periodo?
Lavare accuratamente con il sapone mani e unghie per almeno 30 secondi e passare un gel disinfettante. Esporre i vestiti al sole per qualche ora. Disinfettare le superfici, soprattutto di metallo. Pare che il virus sopravviva lì 12.

Consiglia delle medicine da tenere a portata di mano in casa?
Come per tutte le influenze, bisogna avere tachipirina e un antibiotico a largo spettro se ci fosse una sovrapposizione batterica. La Covid-19 comincia in forma virale ma può trasformarsi in un’infezione, in quel caso servirebbe l’antibiotico.

Quali integratori possiamo acquistare e tenere in dispensa?
Assumere tanta vitamina C per potenziare le difese immunitarie. In alternativa si può assumere il resveratrolo, una sostanza che si trova anche nel vino rosso. È un antiossidante e contribuisce a innalzare e rafforzare le difese immunitarie.

Cos’altro dobbiamo evitare di fare quando restiamo a casa?
È essenziale cercare di non raffreddarsi e abbassare in questo modo le difese immunitarie. Se infatti il virus attacca un organismo sano è più difficile che crei problemi seri. Un organismo debilitato farà più fatica a debellare il virus.

Che cosa non deve mai mancare nel kit di pronto soccorso in casa?
È buona norma avere sempre cerotti, garze e disinfettante. In questo momento delicato è fondamentale usare delle precauzioni per prevenire il contagio e quindi bisogna munirsi di amuchina, mascherina e guanti monouso.

Che tipo di spesa consiglia di fare in vista della “quarantena”?
In queste settimane compro tanta verdura di stagione, prediligendo zucchine, broccoli, carote e barbabietole. Nel carrello anche la frutta, kiwi, pere e banane non mancano mai. Da aggiungere alla lista anche ingredienti per fare.

Cosa non può mancare nella dispensa di casa in questi giorni?
I legumi, perché sono ricchi di nutrienti, possiamo mangiarli anche tre volte a settimana e possono essere conservarti per qualche giorno. Suggerisco la zuppa di lenticchie con pomodorini e un filo di olio extravergine d’oliva.

Quali cibi a lunga conservazione consiglia di acquistare?
Formaggi stagionati quali il parmigiano o il provolone del monaco e cibi in scatola: scatolette di tonno, passate di pomodoro e sughi pronti (di buona qualità, se possibile). Ma anche latte a lunga conservazione, uova e farina.

Ci consiglia una ricetta gustosa ma, nello stesso tempo, leggera?
Una ricetta antica: il pane fatto in casa, ma light. Ingredienti: farina ai sette cereali, due cucchiai di olio, acqua, sale e una bustina di lievito secco. Coprire con un panno l’impasto e farlo lievitare per qualche ora, poi in forno a 200 gradi.

E se adesso dovesse consigliarci una ricetta gustosa e calorica?
Salame di cioccolato. Ingredienti: burro, zucchero, cacao amaro in polvere, uova, biscotti Oro Saiwa. Amalgamate burro, zucchero e tuorli d’uovo, poi il cacao e l’albume battuto e neve. Gli altri passaggi li trovate sul mio blog!

Avatar photo

Giornalista napoletana, classe 1992. Affascinata dal potere delle parole ha deciso, non senza incidenti di percorso, che sarebbero diventate il suo lavoro. Segue con interesse i cambiamenti della città e i suoi protagonisti.