In seguito all’uscita delle “Jesus Shoes” della Nike, la società MSCHF lancia le 666 paia di “Satan Shoes” create in collaborazione con il rapper Lil Nas X. L’azienda, infatti, ha utilizzato lo stesso modello della Nike, le Air Max 97, e le ha modificate.

Mentre le Jesus Shoes sono di colore bianco con un crocefisso tra i lacci, il passo del Vangelo di Matteo 14.25 stampato e l’acqua santa all’interno della suola, le MSCHF sono di colore nero con un pentacolo in bronzo, una serie di scritte in color rosso sangue, tra cui una croce rovesciata stampata sulla linguetta. Al posto del passo di Matteo c’è quello di Luca 10:18 che nella Bibbia dice “Ho visto Satana cadere come un fulmine dal cielo“.  La modifica che ha fatto più clamore, però, è che al posto dell’acqua santa nella suola c’è del liquido rosso composto anche da una goccia di sangue umano.

Il sangue è stato donato da sei dipendenti di MSCHF come atto di beneficenza. Il prelievo, inoltre, non è stato effettuato da medici o infermieri ma sono stati gli stessi dipendenti della società a tirarsi il sangue necessario per la produzione. La goccia di sangue sta a significare il sacrificio dei dipendenti per la creazione della scarpa stessa. La mossa finale di marketing, definita dal professore Stephen J. Hoch, del University of Pennsylvania come “geniale” è che al mondo ce ne saranno solo 666 modelli che è appunto il numero che rappresenta la Bestia nel Nuovo Testamento.

La Nike ha dichiarato che non ha alcuna relazione con il rapper Lil Nas X o con MSCHF. Inoltre un portavoce dell’azienda ha affermato che non hanno né progettato né rilasciato queste scarpe e tantomeno le approvano. Sono innumerevoli le critiche che sono arrivate al rapper e alla società famosa per la vendita online di oggetti ‘particolari‘. Il governatore del Dakota del Sud Kristi Noem scrive su Twitter: “Ai nostri figli viene detto che questo tipo di prodotto non solo va bene, ma è “esclusivo”. Ma sapete cosa è più esclusivo? La loro anima eterna data da Dio. Siamo in una lotta per l’anima della nostra nazione. Dobbiamo lottare duramente. E dobbiamo combattere in modo intelligente. Dobbiamo vincere“.

Il cantante ha postato poi un video di “scuse” per la realizzazione di queste scarpe su YouTube ma subito dopo parte il video della canzone dello stesso cantante “Call by your name” dove protagonisti sono il cantante e il diavolo.

Ancora non si sa se “il passaggio dal paradiso all’inferno” avrà lo stesso risultato finale e non è sicuro che le Satan Shoes, che costano poco più di mille dollari, faranno il sold out come le Jesus Shoes.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia