È morto martedì sera a causa del Covid-19, il doppiatore Claudio Sorrentino. Il 76enne è diventato celebre quando negli anni ’70 ha prestato la sua voce a Topolino. Sorrentino era nato a Roma nel 1945 e nella sua carriera, oltre che doppiatore passione che l’ha accompagnato per tutta la vita, è stato anche attore e conduttore televisivo.

Nella sua carriera ha prestato la voce a moltissimi personaggi, tra i più famosi si possono nominare Mel Gibson, John Travolta ma anche Bruce Willis. Claudio Sorrentino si può definire la voce italiana di Hollywood.

Negli anni ’80, Sorrentino è stato protagonista anche di alcuni programmi televisivi, come Tandem su Rai 2, che conduceva con Fabrizio Frizzi. Dal 1995 fino al 2000 ha condotto e scritto una trasmissione radiofonica “I suoni del cinema”, trasmetta sia da RDS che da Radio 101.

Durante la sua carriera, ha ricevuto innumerevoli premi tra cinema, teatro e tv. Ma Sorrentino aveva a cuore anche l’impegno per il sociale. Infatti, è stato uno dei fondatori del Segretariato sociale della Rai, fondatore dell’Associazione attori doppiatori italiani riuniti, di cui è stato presidente dal 1994 fino alla scomparsa. Nel 2005, inoltre, è stato consigliere per il cinema e lo spettacolo del ministro per i Beni e le attività culturali.