Un motore 100% elettrico che muove le ruote dell’auto e un motore termico che produce energia. È questa la combinazione unica di e-POWER, l’innovativo sistema di propulsione ideato da Nissan. La casa giapponese ha inventato e brevettato questa nuova tecnologia che offre l’accelerazione brillante, progressiva e lineare tipica dei veicoli elettrici, ma senza la necessità di ricarica da una presa della corrente. Una scelta green senza rinunciare al piacere di un motore performante. In Italia il nuovo propulsore elettrificato debutterà sul crossover Qashqai entro l’estate.
Presente in Giappone dal 2017, dove ha riscosso un notevole successo, e-POWER è stato adattato alle esigenze dei clienti europei, attenti al piacere di guida e all’efficienza. I tecnici Nissan in quattro anni di esperienza hanno perfezionato il propulsore riuscendo ad adattarlo al meglio alle necessità degli automobilisti del Vecchio Continente di poter viaggiare con la stessa auto in tutti i contesti, urbani ed extra urbani.

Come funziona e-POWER

e-POWER è costituito da un motore elettrico da 190 CV e 330 Nm di coppia che muove le ruote della vettura e da un motore termico che produce energia elettrica. In nessun caso la potenza termica viene trasmessa direttamente alle ruote. L’energia prodotta dal motore termico può essere trasmessa alla batteria, al motore elettrico o ad entrambi. I flussi di energia sono regolati sulla base di una serie di parametri, tra cui lo stato di carica della batteria, le condizioni di guida e la richiesta di forza motrice.
Nel sistema e-POWER, il motore elettrico garantisce un piacere di guida tipico di un EV, le auto interamente elettriche, con accelerazione brillante e una notevole coppia di 330 Nm subito disponibile, ad ogni regime e in ogni circostanza. Spingere a fondo il pedale dell’acceleratore trasmette al guidatore la stessa sensazione che si prova alla guida di una berlina dalle alte prestazioni, ma con maggiore fluidità e progressione nell’erogazione della potenza. L’energia elettrica necessaria alla trazione è prodotta a bordo della vettura da un raffinato motore turbo benzina tre cilindri da 1,5 litri e 158 CV di potenza, capace di garantire la massima efficienza e rendimento grazie all’innovativa tecnologia con rapporto di compressione variabile. Il sistema non prevede ricarica alla presa della corrente e per fare il pieno di energia basta riempire il serbatoio di benzina in una normale stazione di rifornimento.
Tutto è regolato da una sofisticata unità di controllo che ottimizzata i flussi di energia sulla base di una serie di parametri, tra cui lo stato di carica della batteria, le condizioni di guida e la richiesta di forza motrice, e massimizza il tempo in cui il motore termico rimane spento. Viaggiando a bassa velocità, l’energia prodotta dal motore termico va in parte al motore elettrico e in parte alla batteria e quando quest’ultima è completamente carica, il motore termico si spegne e la macchina procede mossa esclusivamente dalla carica della batteria. In caso di forte accelerazione o viaggiando ad alta velocità, l’energia necessaria al motore elettrico arriva sia dal motore termico che dalla batteria. L’unità di controllo gestisce anche la fase di rigenerazione e così quando si rilascia il pedale dell’acceleratore o si aziona il freno il motore elettrico trasforma l’energia cinetica della vettura in energia elettrica che va a ricaricare la batteria.

Bassi consumi e basse emissioni, massima resa

La caratteristica più apprezzata di e-POWER è la sua efficienza: bassi consumi e basse emissioni lo rendono un propulsore ideale per ogni tipo di tragitto, ma in particolar modo nei contesti urbani. Traffico e semafori, frequenti ripartenze e frenate facilitano la rigenerazione dell’energia, il sistema tende a mantenere il motore termico più spesso spento, con un numero di accensioni circa il 65% in meno rispetto a un sistema ibrido tradizionale.

Data la stima che vede gli automobilisti italiani guidare per il 70% del loro tempo in aree cittadine, è facile comprendere l’entità del risparmio ottenuto grazie al propulsore e-POWER. Il motore termico da 1,5 litri e 158 CV, con rapporto di compressione variabile, non è collegato alle ruote della vettura, per cui può funzionare in un range ottimale di numero di giri, minimizzando consumi ed emissioni di CO2. Non solo l’aria è più pulita ma il motore è anche più silenzioso e il comfort a bordo è assicurato.

Inoltre il motore termico vanta rendimenti molto elevati grazie a una sofisticata tecnologia che permette di avere un rapporto di compressione variabile, regolato automaticamente in funzione della richiesta di forza motrice. Un elaborato sistema di gestione infatti regola automaticamente il rapporto di compressione in un range tra 14:1 (per privilegiare i bassi consumi) e 8:1 (per privilegiare le prestazioni). Per queste sue caratteristiche e-POWER è la migliore soluzione elettrificata disponibile, alternativa al diesel e vero elemento di transizione verso la mobilità 100% elettrica.

Qashqai e-POWER, tutto il meglio del confort alla guida

Sarà Qashqai ad accompagnare il debutto di e-POWER in Italia. E-POWER completa l’offerta di motorizzazioni elettrificate per Qashqai, già disponile sul mercato con motore benzina mild-hybrid da 1,3 litri, con potenze da 140 o 158 CV, due o quattro ruote motrici, cambio manuale a 6 marce o nuovo Xtronic. Un motore brillante ed efficiente, caratterizzato da bassi consumi e ridotte emissioni e che grazie alla tecnologia mild hybrid gode anch’esso di agevolazioni fiscali (riduzione o eliminazione del bollo per 5 anni), accesso alle ZTL nei grandi centri urbani e parcheggio gratuito sulle strisce blu, secondo le diverse disposizioni regionali e locali.

La tecnologia e-Pedal Step: un solo pulsante per accelerare e frenare

Sono tante le opzioni che Qashqai proporrà agli utenti. Tante novità con un solo obiettivo: rendere l’esperienza di guida più confortevole, performante e sicura. La tecnologia e-Pedal Step è una di queste. Il solo pedale dell’acceleratore serve per accelerare e frenare. Il sistema si attiva tramite un apposito pulsante sulla consolle centrale dell’auto, è molto utile in situazioni in cui si cambia spesso velocità, evitando così al guidatore di spostare continuamente il piede tra freno e acceleratore. Quando il pedale dell’acceleratore viene rilasciato, l’e-Pedal Step frena la vettura con una decelerazione che può arrivare fino a 0,2 g, quanto basta anche per far accendere le luci degli stop. Il sistema riduce la velocità, ma senza arrestare completamente la vettura, questo per facilitare le manovre di parcheggio e alle basse velocità.

ProPILOT con Navi Link, il “pilota automatico” campione in sicurezza

Poi c’è ProPILOT, il sistema di guida autonoma ora con Navi-Link, che oltre a regolare accelerazione, frenata, stop e ripartenza nella singola corsia, è in grado di leggere i segnali stradali e adattare automaticamente la velocità della vettura. Inoltre, acquisisce i dati dal navigatore e regola la velocità nelle curve o sulle rampe delle uscite autostradali. ProPILOT con Navi-Link ha ricevuto il punteggio massimo di Euro NCAP per la sua capacità di segnalate tempestivamente ed efficacemente al guidatore ogni eventuale guasto del sistema di assistenza alla guida. Ma c’è di più: Nissan Qashqai è stata premiata con un punteggio alto, 20 su 25, anche per la sua capacità di monitorare il pieno controllo della vettura da parte del guidatore. Il sistema rileva la presenza delle mani sul volante e in caso contrario attiva segnalazioni acustiche e visive, fino a rallentare e fermare la vettura se il guidatore non riprende il controllo del volante. Per i sistemi anticollisione, Euro NCAP ha assegnato a Qashqai un totale di 48,4 punti su un massimo di 50. Le prove di questa categoria hanno visto il crossover Nissan evitare con destrezza situazioni di pericolo determinate da altri veicoli presenti sulla strada.

Qashqai e-POWER, la sicurezza al primo posto

A bordo della Nissan Qashqai e-POWER la sicurezza è la priorità. Ci pensa il sistema Moving Object Detection che aziona i freni se rileva un ostacolo in movimento nella zona posteriore della vettura. Il nuovo Intelligent Forward Emergency Braking con funzione predittiva legge la strada oltre l’auto che precede, rileva se un veicolo frena improvvisamente e nel caso attiva l’impianto frenante. Il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco può intervenire sullo sterzo per aiutare a prevenire il cambio di corsia se il veicolo che sopraggiunge è nella zona non coperta dagli specchietti retrovisori.

HeadUp Display, la nuova interfaccia della guida

Al volante della Nissan Qashqai e-POWER cambia anche il punto di vista. Il Head Up Display (HUD) da 10,8” proietta informazioni sull’itinerario, sul traffico o di assistenza alla guida sul parabrezza nel campo visivo del guidatore. Poi c’è il nuovo quadro strumenti digitale multifunzione da 12,3” ad alta definizione e infine il sistema di infotainment e navigazione con schermo digitale touch HD da 9” con una nuova interfaccia grafica.

Giornalista professionista e videomaker, ha iniziato nel 2006 a scrivere su varie testate nazionali e locali occupandosi di cronaca, cultura e tecnologia. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Tra le varie testate con cui ha collaborato il Roma, l’agenzia di stampa AdnKronos, Repubblica.it, l’agenzia di stampa OmniNapoli, Canale 21 e Il Mattino di Napoli. Orgogliosamente napoletana, si occupa per lo più video e videoreportage. E’ autrice del documentario “Lo Sfizzicariello – storie di riscatto dal disagio mentale”, menzione speciale al Napoli Film Festival.