Sei mesi di sospensione dalla professione. È quanto disposto dal gip di Varese nei confronti della maestra di un asilo nido di Coquio Trevisago, accusata di aver maltrattato bambini di età compresa tra pochi mesi e due anni. Stando a quanto emerge dall’inchiesta condotta dia carabinieri, la donna avrebbe urlato e offeso i bambini, in alcune occasioni li avrebbe anche schiaffeggiati e lasciati soli in preda a crisi di pianto. L’indagine è scattata grazie ai genitori di un bambino, che aveva avuto incubi notturni e mostrava difficoltà relazionali.

Dalle indagini trapela inoltre che la maestra si appartasse in una stanza col compagno, fatto entrare di nascosto nell’asilo, lasciando soli i bambini mentre consumavano rapporti sessuali. La circostanza è stata ripresa dalle telecamere nascoste piazzate nella struttura dai militari.

Nell’inchiesta che ha portato alla sospensione della maestra emergono una ventina di occasioni in cui la donna ha insultato pesantemente i suoi bambini. “Sei proprio un terrone“, “guardati, fai schifo” e, ancora, “piangi che così ti passa“. Queste alcune delle frasi pronunciate nei confronti dei piccoli affidati dai genitori alla maestra.