Hai 21 anni, trascorri una serata sul lungomare di Napoli e assistiti poco dopo le 4 di notte a una lite. Sei a distanza di sicurezza ma all’improvviso uno dei due protagonisti della discussione estrae una pistola e inizia a sparare all’impazzata.

Due proiettili feriscono il “rivale“, altri due però raggiungono al polpaccio e al ginocchio due giovani napoletani di 21 anni (uno residente nel quartiere Pianura, l’altro a Scampia) che non si conoscono tra loro ed erano assolutamente estranei alla vicenda.

E’, in sintesi, quanto accaduto la scorsa notte sul lungomare di Mergellina. Due giovani feriti per errore e miracolati. Un’altra persona, un 37enne pregiudicato di Torre del Greco, ferita invece al fianco e al polpaccio dopo aver discusso con un estraneo che poco prima aveva rivolto un apprezzamento poco educato alla sua fidanzata.

Secondo la ricostruzione della polizia, sono circa le 4.30 di notte quando avviene la discussione degenerata nel peggiore dei modi. I protagonisti sono sul lungomare, di fronte agli Chalet. Sul posto però qualcuno ha pensato bene di eliminare qualsiasi indizio. La polizia, infatti, non ha rinvenuto né tracce ematiche né bossoli. Saranno le telecamere di videosorveglianza presenti nella zona a provare ad aiutare gli investigatori nella caccia al folle pistolero che ha ferito per errore anche due giovani che non c’entravano nulla.

I poliziotti (le indagini sono affidate alla Squadra Mobile) hanno pian piano ricostruito quanto accaduto, partendo dalle segnalazioni degli ospedali. Alle 5.30 la prima.

Dal Fatebenefratelli di via Manzoni arriva una telefonata che segnala l’arrivo di uno dei due giovani feriti per errore. Si tratta di un 21enne incensurato di Napoli ferito di striscio al polpaccio destro. Il ragazzo ha raccontato che mentre si trovava sul lungomare, all’altezza dello Chalet delle Rose, è scoppiata una lite degenerata poi con l’esplosione di colpi d’arma da fuoco.

Alle 6 la seconda telefonata: dal San Giovanni Bosco riferiscono di un ragazzo, anche lui 21enne ed incensurato, arrivato con una ferita d’arma da fuoco al ginocchio destro. Ascoltato dai poliziotti, il giovane conferma la stessa versione del coetaneo.

Alle 7 la chiusura del cerchio. Dall’Ospedale del Mare l’ultima segnalazione dopo l’arrivo di un 37enne di Torre del Greco, Giovanni Magliulo, ferito da due proiettili al fianco sinistro e al polpaccio sinistro. L’uomo racconta che stava passeggiando con la fidanzata e un gruppo di amici quando per futili motivi litigava con uno sconosciuto dopo l’apprezzamento fatto da quest’ultimo alla sua compagna.

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.