All’improvviso un boato e poi la drammatica costatazione che quel panoramico costone su cui affaccia il cimitero di Camogli, sulla costa Genovese, è inesorabilmente crollato. Un gruppo di operai a lavoro in quel momento ha ripreso la drammatica scena: in pochi secondi la parte di loculi che affaccia sul mare si è come sgretolata per poi precipitare in mare. Centinaia di bare sono state viste galleggiare in mare. Uno scena terrificante.

Sul posto Sul posto sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco di Rapallo. Non sono ancora chiare le cause del crollo del terreno che ospita il cimitero ma non ci sarebbero feriti. Residenti e amministratori della località turistica della riviera ligure di levante hanno osservato increduli la scena dalla costa. Secondo le prime informazioni, il cedimento del terreno nel cimitero di Camogli avrebbe coinvolto 2 cappelle e fatto finire in mare oltre 200 bare.

Un volo di 50 metri che le ha portate a schiantarsi prima sugli scogli e poi in mare. Il crollo sarebbe stato provocato dall’erosione della falesia sotto all’area cimiteriale, aggravata con ogni probabilità dalle violente mareggiate che hanno colpito la Liguria negli ultimi anni.

Tino Revello, assessore ai Lavori Pubblici del comune di Camogli, ha spiegato all’ANSA che la zona era sotto osservazione da tempo ed erano in corso lavori per il consolidamento della falesia rocciosa sotto al cimitero: “L’area era stata anche transennata perchè negli ultimi giorni si erano uditi strani scricchiolii”. Sul luogo del crollo si sono recate squadre di sommozzatori dei vigili del fuoco, imbarcazioni della Guardia Costiera e degli stessi pompieri, oltre a un elicottero dei Vigili del Fuoco.

Acune bare sono finite in mare e sono in corso le operazioni per recuperarle e riportarle in porto a Camogli ma molte sono rimaste incastrate sugli scogli e nella terra portata dalla frana e il loro recupero viene definito al momento complicato.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.