E’ morto travolto da una frana, un cedimento avvenuto nello scavo realizzato vicino a una abitazione dove stava lavorando insieme al fratello. E’ morto così Antonio Scaperrotta, 52 anni, titolare di una impresa edile. La tragedia è avvenuta in contrada Stilo ad Ariano Irpino, comune in provincia di Avellino. L’incidente si è verificato nella tarda mattinata di lunedì 30 maggio. Antonio e il fratello Carmine stavano eseguendo lavori di drenaggio nello scavo adiacente l’abitazione quando si è verificato il crollo che ha travolto entrambi.

Inutili i tentativi di soccorso dei sanitari del 118 e dei vigili del fuoco che hanno aiutato medici e infermieri ad estrarre l’uomo dal terreno che poco prima l’aveva travolto. Antonio sarebbe morto sul colpo, dopo aver battuto violentemente la testa. Il fratello Carmine è rimasto ferito nel disperato tentativo di soccorrerlo. E’ stato assistito e trasferito al pronto soccorso dell’ospedale Frangipane di Ariano Irpino. Ha riportato ferite lievi. Le indagini sono affidate ai carabinieri del comando provinciale di Avellino.

Scaperrotta era un imprenditore molto conosciuto nella zona. Lascia la moglie e due figli di 7 e 15 anni. Era originario di contrada Maddalena Orneta.

seguono aggiornamenti

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.