“Non posso giudicare l’accordo perché non conosco i dettagli e i contenuti, quello che sicuramente ci preme come governo è che sia assicurata la produttività in Italia e quindi la continuità aziendale nel nostro Paese”. Lo dice il premier, Giuseppe Conte, a margine dell’assemblea pubblica della Confederazione italiana armatori, rispondendo a una domanda sulla fusione tra Fca e Psa. “Se ci sono economie di scala, quindi, ben vengano, ne beneficeranno entrambi i gruppi – aggiunge -. L’importante è garantire il livello di occupazione e gli investimenti qui in Italia”.

“Non siamo riusciti a parlarci, c’è stato un contatto telefonico mancato, ma ci aggiorneremo con i vertici della Fiat e con John Elkann – ha continuato – e così conoscerò i dettagli di questa operazione, fermo resta di mercato, anche se il governo non può rimanere indifferente rispetto a un progetto così importante”.