Alta tensione a Parigi in occasione del primo anniversario delle manifestazioni dei gilet gialli. Nella capitale francese si sono registrati subito scontri tra i manifestati e la polizia, con i primi che hanno alzato barricate e dato alle fiamme delle transenne in place d’Italie e un tentativo di blocco, con sgombero della polizia, sul peripherique, la tangenziale.

In poche ore il numero delle persone fermate è salito a 41, mentre sono quasi 1.500 i controlli preventivi fatti dalle forze dell’ordine, mentre ‘Le Parisien’ stima tra le 4mila e le 8mila le persone attese in piazza oggi. 

Gli agenti hanno dovuto ricorrere anche ai gas lacrimogeni per disperdere un centinaio di dimostranti più agguerriti. Su ordine della Prefettura sono state chiuse diverse stazioni delle linee della metro e della Rer.

La stessa Prefettura aveva vietato nei giorni scorsi la manifestazioni dei gilet gialli sugli Champs-Elysées e in altri settori di Parigi, da venerdì alle 18 sino a domenica. Le aree vietate, secondo una nota diffusa su Twitter, sono Champs-Elysées e Avenue de la Grande Armée, Assemblée Nationale, Hotel Matignon, Trocadéro e Tour Eiffel, Sénat, stazione Saint-Lazare, Notre-Dame de Paris, Bois de Boulogne e Bois de Vincennes. Nonostante il chiari divieto i gilet gialli sui social hanno lanciato appello alla partecipazione, anche sugli Champs-Elysées, dove sono previsti i manifestanti più radicali.

Redazione