Camminava in strada con l’aiuto del suo bastone di colore bianco quando ha rischiato di essere investita da un’automobile durante una manovra in retromarcia. E’ quanto accaduto a una giovane non vedente nel quartiere napoletano di Pianura. Gli appelli al conducente della vettura di fermarsi sono andati a vuoto e la ragazza per poco non è stata investita. Ha provato a difendersi con il bastone, rimasto incastrato sotto le ruote e infine spezzatosi nella sua parte inferiore.

“In pratica si è rotta la parte di sotto dove c’è una pallina con la punta rotante che mi consente di muovere il bastone a destra e a sinistra per trovare gli ostacoli”. E’ la stessa vittima a raccontare la vicenda contattando una delle pagine social di riferimento del quartiere, “Pianura e Dintorni“. Chiede di restare anonima perché la sua vuole essere una denuncia contro la continua inciviltà a cui, da disabile, assiste quotidianamente. Abita in una traversina di via Montagna Spaccata e per lei è una battaglia quotidiana camminare in strada tra sacchetti selvaggi di rifiuti e la crescita delle radici degli alberi che di fatto hanno sollevato in più punti la pavimentazione del marciapiedi, rendendo arduo il passaggio. L’episodio risale alle 12 di mercoledì 4 dicembre.

“Ero all’altezza di via Montagna Spaccata, dopo il bar Intralot, nel vicoletto nei pressi della falegnameria. Una macchina che faceva marcia indietro mi ha rotto il bastone, rimasto incastrato sotto le ruote. Nonostante – spiega – abbia provato a tirarlo, la macchina continuava a camminare. Per fortuna la persona alla guida andava piano piano, altrimenti credo che sarebbe andata peggio”.

Nonostante i tentativi di dialogo, “la persona che guidava non si è neanche resa conto di avermi rotto il bastone. Gliel’ho detto più ma credo non mi abbia sentito. A quel punto – aggiunge – è andato via come se niente fosse e io sono rimasta col bastone rotto in mano. Per fortuna ero già nel vicoletto e sono riuscita a tornare a casa”.