Più che uno strumento musicale una vera e propria reliquia. Anche per questo la chitarra acustica usata dal leader dei Nirvana Kurt Cobain nel concerto-capolavoro Mtv Unplugged del 18 novembre 1993, pochi mesi prima della sua morte per suicidio, è stata venduta all’asta per sei milioni di dollari.

A tenere l’asta la società Julien’s, che pochi mesi fa aveva venduto anche il cardigan dello stesso concerto, indossato da Cobain, per 334mila dollari. A comprare il cimelio, una Martin D-18E del 1959 realizzata in appena 302 esemplari, è stato l’imprenditore australiano Peter Freedman, fondatore dell’azienda RØDE Microphones, che progetta microfoni.

Un acquisto ‘a fin di bene’ Freedman ha infatti annunciato che la chitarra verrà mostrata al pubblico in un tour itinerante: il ricavato verrà devoluto al mondo dello spettacolo in crisi per l’emergenza Coronavirus.

La chitarra di Kurt Cobain è stata tra l’altro al centro di un disputa legale tra Courtney Love, ex moglie del leader dei Nirvana, e l’ex marito della figlia Frances Bean, Isaiah Silva, che rivendicava la chitarra come regalo di nozze.