In 24, di età compresa tra i 25 e i 63 anni, percepivano il reddito di cittadinanza ma al tempo stesso lavoravano come parcheggiatori abusivi o contrabbandieri di sigarette. E’ quanto accertato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli che ha denunciato e segnalato all’Inps i 24 soggetti che hanno percepito indebitamente il reddito di cittadinanza per complessivi 267mila euro.

In particolare, i finanzieri del I Gruppo, nel corso di un’indagine di polizia economico-finanziaria avviata d’iniziativa, ha scoperto che i 24 “furbetti” non percepivano alcun tipo di reddito lecito poiché in realtà erano contrabbandieri di sigarette e parcheggiatori abusivi.

Infatti, in seguito di reiterati sopralluoghi, le Fiamme Gialle hanno sorpreso i parcheggiatori abusivi mentre esercitavano la propria “attività” nelle vie del centro di Napoli (nei pressi dello stadio San Paolo e nelle zone della movida notturna di via Chiaia e dei locali di via Coroglio) mentre i contrabbandieri sono stati fermati a più riprese, anche con considerevoli quantitativi di tabacchi lavorati esteri., nelle zone del Lavinaio e del Borgo Sant’Antonio. Tutti i soggetti hanno anche sistematicamente omesso di dichiarare qualsiasi altra forma di reddito, anche se percepita da altri componenti del nucleo familiare e pertanto l’Inps avvierà la procedura di recupero del reddito di cittadinanza erogato.