Aveva appena compiuto 18 anni Carlotta Martellini, la ragazza di San Mariano di Corciano (Perugia) morta in sull’isola greca di Mykonos, dove si trovava in vacanza con alcune amiche, in un drammatico incidente stradale.

Sull’incidente sta ancora indagando la polizia locale. Lo schianto è avvenuto sulla provinciale Agios Stefanos-Fanari: lì le due jeep scoperte affittate dalla comitiva di 8 ragazze sono finite fuori strada piombando su una scogliera. L’impatto si è rivelato fatale per Carlotta, sbalzata sugli scogli dal sedile posteriore di una delle due jeep. Anche un’altra ragazza del gruppo è rimasta ferita.

Per il sindaco do Corciano Cristian Betti, interpellato dall’Ansa, si tratta di “un colpo al cuore per tutta la comunità corcianese”. E’ una tragedia che non può lasciare indifferenti”, ha proseguito il primo cittadino manifestando “a nome mio e di tutta l’amministrazione comunale il più sincero cordoglio ai familiari, a cui mando un abbraccio ideale carico di affetto”.

La morte di Carlotta ha sconvolto anche la città e la comunità scolastica di Perugia, dove la 18enne studiava al ‘Giordano Bruno’. Il dirigente scolastico dell’Iis Giordano Bruno di Madonna Alta, Giuseppe Materia, ha detto all’Ansa di “aver dato disposizione, come scuola, di manifestare la nostra piena solidarietà di fronte ad un evento cosi’ tragico per tutti, per i compagni e la comunità scolastica del Giordano Bruno nel suo complesso”. I docenti della studentessa, nel parlare con il preside, hanno raccontato di una “ragazza solare, piena di vita”.