Tra Mourinho e Roma è già scoppiato l’amore. Anche se il nuovo allenatore giallorosso non è ancora sbarcato nella Capitale (sta facendo gli ultimi giorni di vacanza prima di buttarsi a capofitto nella nuova avventura italiana) i tifosi romanisti già lo amano. Spuntano come funghi murales a mo’ di insegne votive, la faccia dello Special one viene messa dai menu nei ristoranti alle gelaterie che creano gusti dedicati a Mou. Sul web poi c’è la massima espressione della genialità e ironia tipicamente romana. L’oscar va senza dubbio alla versione “politica” del tecnico portoghese: sfruttando lo spot elettorale di Carlo Calenda sui bus dell’Atac l’immagine dello Special One sorridente ha fatto in poche ore il giro del web, rimbalzando dalle chat Whatsapp e via social. Lo slogan è lo stesso scelto dal leader di Azione in corsa per il Campidoglio: Roma sul serio. La targa del bus? Naturalmente 1927, l’anno di nascita dell’As Roma.
LE NOTIZIE E LE NON NOTIZIE
Mentre i romanisti si divertono a giocare con Mourinho un momento di empasse lo sta vivendo la comunicazione romana. Notizie zero, fantasia molta. E ad alimentare questo calderone ci pensa il calciomercato che legittima i boatos conditi da si dice, pare, ecc. A cogliere questo aspetto ci ha pensato, dalle colonne di Repubblica, uno che di Roma e della Roma se ne intende come nessuno: Mimmo Ferretti nella sua rubrica “Calcio e pepe” ha analizzato le non notizie che circolano attorno a Trigoria. E il risultato è esilarante. Fortunatamente c’è Mourinho e l’attesa per la sua presentazione è la sola notizia in un mare di fantasie.

Sofia Unica