La richiesta di aiuto dell’Italia all’inizio della pandemia di Covid-19 è stata ignorata dall’Unione europea. E’ il contenuto dell’inchiesta effettuata dal giornale britannico The Guardian in collaborazione con il Bureau of Investigative Journalism, che ricostruisce come l’Europa sia diventata l’epicentro della pandemia dopo la prima fase partita dalla Cina. “Il 26 febbraio, con il numero di infetti che triplicava ogni 48 ore, il primo ministro Giuseppe Conte, ha chiesto aiuto agli altri Stati membri dell’Ue”, scrive il quotidiano britannico,”un messaggio urgente è stato trasmesso da Roma al quartier generale della Commissione europea a Bruxelles”.

Ma quello che è successo dopo è stato uno shock. “La chiamata di soccorso è stata accolta con silenzio. Nessuno Stato membro ha risposto alla richiesta dell’Italia”, ha dichiarato Janez Lenarcic, commissario europeo responsabile della gestione delle crisi. “Il che significava che non solo l’Italia non era preparata, nessuno lo era”.

La mancanza di risposta alla richiesta italiana non è stata tanto una mancanza di solidarietà ma di equipaggiamento“, ha spiegato il commissario interpellato dal giornale.