Si era arrampicato su un cavalcavia, pensando a lungo all’insano gesto, ma poi l’intervento provvidenziale della polizia, e di un agente scelto, è riuscito a salvarlo.

È accaduto a Malpensa, Varese, sulla Strada Statale 336, alle 12 di sabato scorso. Dopo le chiamate arrivate al 112, sul ponte sono giunte due volanti del commissariato di Gallarate, un equipaggio dei Carabinieri e i Vigili del fuoco, con il Centro operativo della Polizia stradale che ha inoltre inviato sul posto una pattuglia della sottosezione di Busto Arsizio e una del distaccamento di Magenta. Dopo diversi tentativi, gli agenti sono riusciti ad avvicinarsi all’uomo e a metterlo in condizioni di sicurezza: mentre una parte di loro era intenta a parlargli, un agente scelto della polizia di Stato si è arrampicato sul telone di un autocarro e da lì, saltando per circa un metro e mezzo, ha raggiunto la rete del ponte riuscendo a bloccare il tentativo di suicidio.

A raccontare il fatto – oggi, ai microfoni del TG2 – è Vincenzo Esposito, agente scelto della polizia stradale:

“Abbiamo ricevuto la segnalazione di un uomo su un cavalcavia al di là del parapetto. Siamo giunti sul posto fermando il traffico. Approfittando della presenza di un autocarro mi sono arrampicato per raggiungere il cavalcavia e l’uomo per bloccarlo sulla rete di recinzione e portarlo in salvo. La rete si è inclinata, abbiamo rischiato di cadere restando nel vuoto per qualche secondo, ma è andata bene. L’uomo mi ha abbracciato e mi ha ringraziato e si è scusato subito per l’accaduto. Lo abbiamo portato subito in ospedale per le cure mediche”.

Il blitz è stato accolto da un lungo applauso delle persone presenti.

Redazione

Autore