Ha tentato di suicidarsi con un coltello, col quale si è tagliata le vene, dopo aver provato ad uccidere il proprio figlioletto di 15 mesi. Dramma nel pomeriggio a Venaria, alle porte di Torino, dove stando a prime informazioni una donna italiana di 42 anni ha cercato di uccidere il figlio sciogliendo delle pastiglie nel biberon, per poi provare a togliersi la vita.

La donna si trova ora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Rivoli, mentre il piccolo è stato trasportato in gravi condizioni al Regina Margherita di Torino, ma non è in pericolo di vita.

A salvare mamma e bimbo è stato il marito della donna, che rientrato a casa si è trovato di fronte al dramma ed ha immediatamente allertato il 118. La 42enne, come accertato da prime indagini dei carabinieri, sarebbe affetta da una grave forma di depressione per la quale era in cura da diversi anni.