Continua il rafforzamento della manovra. Sul bonus asili nido si è espresso il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri che ha garantito “la sostanziale gratuità degli asili nido per la grande maggioranza delle famiglie italiane, importante anche dal punto di vista del sostegno all’occupazione femminile. Si parlava della misura da settembre” ma scatterà “già dal primo gennaio”. Nel triennio verranno stanziati 2,8 miliardi in più per la famiglia. Inoltre, è previsto anche l’aumento dei posti al nido “oggi insufficienti in particolare nel Mezzogiorno”.

Sempre in riferimento alla manovra il Ministro afferma che, per prudenza, dal pacchetto ‘Italia Cashless’ con gli incentivi ai pagamenti digitali il governo non ha previsto entrate aggiuntive. Ma in ogni caso “determinerà un significativo aumento del gettito, che ci consentirà di incrementare il fondo per la riduzione della pressione fiscale e di ridurre il carico fiscale su famiglie e imprese.” Continua Gualtieri: “Siamo al lavoro per un miglioramento della norma sulle auto aziendali che salvaguardi l’incentivo di rinnovare il parco auto concesse in benefit ai dipendenti delle aziende, evitando però di agire indistintamente alle emissioni inquinanti”. Spiega che la norma verrà rivista in modo da “garantire che le modalità e i tempi siano compatibili con i settori dell’automotive che stanno puntando sull’ibrido e l’elettrico”. Infine, conclude difendendo l’impianto della manovra: “avremo una riduzione di 7,1 miliardi della pressione fiscale anche rispetto all’anno precedente” e apre a eventuali modifiche: “penso e auspico che il lavoro parlamentare possa migliorare ulteriormente la manovra salvaguardando l’impianto e gli obiettivi.”