Tra una fumata nera e l’altra, Clemente Mastella è sicuramente uno dei protagonisti dei giorni caldi per la politica italiana, divisa più che mai per l’elezione del 13esimo presidente della Repubblica. Il sindaco di Benevento è ormai ospite fisso, davanti a palazzo di Montecitorio, della maratona Mentana in onda su La7. Presente a Roma da lunedì scorso in veste di accompagnatore della moglie, la senatrice Sandra Lonardo, e in veste di leader del partito “Noi di centro” (che vanta un Grande Elettore, ovvero la Lonardo), l’ex ministro della Giustizia ne ha per tutti.

Fautore della candidatura del centrista Pier Ferdinando Casini, Mastella ha attaccato duramente Matteo Salvini per la candidatura, poi bruciata, della presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati: “Se fallisce con Casellati Salvini si dimetta da leader” “A Berlusconi dico ‘Sta casa aspetta a tte!’. E’ un gigante rispetto al modo in cui si stanno comportando gli altri leader”.

Poi attacca il segretario della Lega: “Le prove di forza si fanno quando si ha la forza di mettere al tappeto l’avversario altrimenti mettere a repentaglio un’istituzione come il presidente del Senato è una stronzata incredibile. Se Salvini riesce a recuperare voti da altre parti allora è un grande leader altrimenti il leader diventa un altro – aggiunge – rispetto a questi Berlusconi è un gigante”.

Poi il siparietto durante la maratona Mentana dove Mastella si presenta “armato” di un uovo: “Bisogna anche un po’ sdrammatizzare perché se dovessi valutare quello che sta accadendo in Parlamento è veramente una ipoteca alla via dell’inferno della politica e dell’attività parlamentare”. Poi il sindaco tira fuori l’uovo e spiega: “Vede questo uovo? L’uovo di Colombo, in questo caso l’uovo di Mastella, quindi una tesi mia. È più facile che una chioccia faccia un uovo che qua esca il Presidente della Repubblica”.

Poi Mentana scherza: “Resti con noi che dobbiamo andare in pubblicità! Ci hanno detto: Mastella tira tantissimo, tenetelo perché con lui gli ascolti vanno alle stelle. Lei è per noi quello che Corona per la Berlinguer. Resti lì e poi stasera venga ospite qui da noi”.

Redazione