Da informatico a chef televisivo. Era stata la ‘parabola’ di Paolo Armando, ribattezzato la “tigre” a Masterchef, il programma di cucina in onda su Sky al quale aveva partecipato nella quarta stagione fino a raggiungere la semifinale. Una “tigre” per il suo carattere e la grinta che esprimeva ai fornelli, lui che nella vita di tutti i giorni era in realtà un apprezzato informatico dipendente della Provincia di Cuneo, nel settore Servizi Informativi dal 2003.

Paolo Armando è morto a soli 49 anni, un decesso improvviso che ha sconvolto il piccolo centro di Madonna dell’Olmo. “Una grande perdita per il nostro ente – ha detto il presidente della Provincia, Federico Borgna – ma anche per tutta la comunità provinciale che aveva imparato a conoscerlo e ad apprezzarne le grandi doti umane e professionali. Siamo vicini alla famiglia in questo momento di così grande dolore “.

Paolo lascia la moglie Paola e i figli Michela, 15 anni, Sara, 12 anni, e Francesco, 8 anni. La data dei funerali non è ancora stata resa nota. Il 49enne è stato trovato senza vita ieri sera, giovedì 17 giguno, nella sua abitazione: vani purtroppo i tentativi dei medici del 118 di rianimarlo, scrive La Stampa.

Dopo l’esperienza a Masterchef Paolo, impegnato da sempre nel sociale come catechista e animatore in parrocchia, era anche diventato testimonial di diverse manifestazioni, venendo invitato dai media locali come chef o per corsi di cucina.

Redazione