La nuova piattaforma Rousseau si chiama Odoo. È questa la scelta fatta dal Movimento 5 Stelle per lasciarsi alle spalle il passato burrascoso con Davide Casaleggio e la sua associazione: lo strumento per la ‘democrazia diretta’ pentastellata sarà sviluppato dalla Isa srl, società italiana di Ict, con sede a Viterbo, che opera sul mercato dal 1985 e nel corso degli anni si è specializzata sulle tecnologie Open Source utilizzando Odoo come framework.

Ad annunciarlo in una nota è la stessa società, in cui esprime “profonda soddisfazione per essere stati individuati dal Movimento 5 Stelle come Partner tecnologico per la gestione della loro piattaforma digitale basata su Odoo. Essere scelti da una forza politica che fin dalla sua nascita ha messo le tecnologie digitali al centro della sua attività, agevolando la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, ci motiva ancora di più ad affrontare la nuova sfida”.

Il primo ‘impegno’ per Odoo sarà entro la fine giugno, quando ci sarà il voto del nuovo Statuto e in un secondo momento quello sulla leadership di Giuseppe Conte.

A differenza della gestione Rousseau, Isa non gestirà i dati degli iscritti, questione che ha portato alla guerra tra M5S e Casaleggio, con l’intervento del Garante della privacy e la scelta del ‘compromesso’ tra le parti a base di un assegno da 250mila euro al figlio del co-fondatore Gianroberto, che rivendicava il pagamento di 450mila euro di debiti dai parlamentari 5S.

Non trattiamo i dati degli iscritti. Noi forniamo la piattaforma tecnologica con cui il Movimento 5 Stelle gestirà quei dati. Isa gestirà, dal punto di vista tecnologico, la piattaforma: stiamo mettendo a disposizione la piattaforma su cui il M5S inserirà le iscrizioni, i dati”, ha spiegato all’AdnKronos Sandro Aquilanti, direttore generale della società.

Isa srl non sarà l’unica società a collaborare con i 5 Stelle, come spiegato anche dal reggente Vito Crimi in una intervista al Fatto Quotidiano. “Non ci saranno più un soggetto unico a cui verrà delegato tutto e una singola piattaforma, ma alcune società che ci forniranno dei servizi… Avremo un software per la gestione dei dati e consentire agli iscritti di accedere e di iscriversi, un Crm, uno tra i più usati al mondo. Per ora avremo tre società che seguiranno i vari aspetti. Di fatto, compreremo un prodotto-voto“.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia