Napoli piange la scomparsa di Marcello Divano, aka Zemi, uno dei padri fondatori dell’arte dei graffiti partenopea e autore di numerose opere soprattutto nel centro storico della città. Zemi era originario di Santa Maria la Nova ed si è dovuto arrendere a una grave malattia. Dopo il liceo artistico Filippo Palizzi, Zemi con il passare degli anni era diventato uno dei migliori esponenti della street art, dipingendo prima su commissione per i gruppi ultras del Napoli (il leone di Piazza Carolina, Teste Matte e i Mastiffs di San Gaetano) e poi dopo l’incontro con Alberto Cretara aka Polo addentrandosi più specificatamente nel writing e nella cultura hip hop.

Punto di riferimento per intere generazioni, fondo la storia crew KTM insieme a Polo e ShaOne. Crew che negli anni ha visto la partecipazione di altri talenti partenopei: Chief, Kaf, Mars, Cyop, Eno, Demon, Ozon, Agoch (ovvero Jorit) e Skor. Lo scorso settembre 2020 era stata organizzato lo “Zemi day” per dipingere il muro antistante la facoltà di ingegneria ad Agnano e per raccogliere fondi a supporto delle cure mediche per Marcello, colpito la scorsa estate da una patologia rara.

Numerosi i ricordi e i messaggi di cordoglio che in queste ore si stanno susseguendo sui social per ricordare Zemi che nel corso degli anni era diventato anche tatuatore oltre che grande appassionato di pesca.  “La tua tag ovunque – scrive il rapper Lucariello – le giornate nel giardino del Palizzi, le serate allo studio, quella volta che io e Pepp ’o red ti portammo in ospedale perché ti eri messo a saldare senza usare gli occhiali e non vedevi più… Sei sempre stato pazzo, un Artista esuberante e originalissimo come i tuoi Puppet che hanno dato vita e colore a un centro storico sempre più degradato. Grazie per tutto quello che ci hai dato, per aver contribuito alle fondamenta di questa meravigliosa storia che è l’hiphop Napoletano. Dolore e tristezza nel cuore”.

I funerali si celebreranno mercoledì 28 aprile alle 10.30 nella chiesa di Materdei a Napoli.

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.