Inaugurata meno di due anni fa, nel marzo del 2017, l’isola ecologica di via Nelson Mandela a Pianura, periferia occidentale di Napoli, è stata chiusa dall’intervento dei carabinieri. Sigilli all’interno impianto ritenuto non a norma dai militari del Nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale di Napoli, intervenuti sul posto insieme al personale dell’Arpa Campania (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale).

L’impianto, non a norma, era in uno stato di gestione incontrollata. Su un piazzale di circa 1500 metri quadri, solo parzialmente pavimentato e con caditoie per la raccolta delle acque meteoriche ostruite, erano ammassati rifiuti non differenziati e varie tipologie di ingombranti.

Stoccati in cassoni metallici anche rifiuti speciali pericolosi non bonificati: frigoriferi, televisori, stampanti e vari dispositivi elettronici. L’intero impianto – attrezzature e mezzi di smaltimento compresi – è stato sequestrato.

Asia, dal canto suo, ha già chiesto il dissequestro dell’area di Pianura per rimetterla a norma.