Amazon ha ritirato dalla vendita una serie di “decorazioni natalizie” che mostrano immagini del campo di concentramento nazista di Auschwitz postate sul sito web del colosso dell’e-commerce. È stato il Memoriale di Auschwitz a chiedere su Twitter al gruppo Usa di rimuovere dalla vendita gli oggetti “inquietanti e irrispettosi”.

Il sito offriva decorazioni per alberi di Natale, un apribottiglie e un tappetino per mouse che mostravano scene dal campo di concentramento dove durante la Seconda Guerra Mondiale morì oltre un milione di persone. Sulle decorazioni natalizie figurano la linea ferroviaria che conduceva al cancelli del campo di sterminio, le barriere di filo spinato e la baracche che ospitavano le vittime, in grande maggioranza ebrei.

Il memoriale e il museo successivamente hanno postato su Twitter un aggiornamento, affermando che gli oggetti sono stati rimossi e ringraziando gli utenti del social media per la loro “attività e reazione” dopo che il post iniziale è stato riwittato migliaia di volte.

Ma poi il memoriale ha scritto sempre su Twitter “purtroppo non è ancora finita”, aggiungendo di aver trovato un “prodotto online inquietante” di una altro venditore, un tappetino per mouse con l’immagini dei un treno merci usato per trasportare le vittime ai campi di concentramento. Amazon ha detto che “i prodotti in questione sono stati rimossi”. “Tutti i venditori devono seguire nel nostre linee guida per la vendita e chi non lo fa è soggetto a sanzioni, tra cui la possibile rimozione dell’account” ha aggiunto.