“Avete fatto fuggire il cane, vi sbatto fuori casa”. Tre bambine di otto anni messe alla porta mentre giocano. E’ paradossale quanto avvenuto a Massa di Somma, piccolo comune in provincia di Napoli, dove un uomo di 49 anni è stato denunciato dai carabinieri per abbandono di minori. I fatti risalgono alle 20 di sabato sera quando in via Piromallo, nel comune vesuviano, una bimba e le sue due amichette coetanea, ospitate in casa per un sabato sera di giochi nella cameretta della piccola, vengono cacciate dal papà di quest’ultima dopo aver scoperto che il loro cane era fuggito.

Senza pensarci un secondo, l’uomo attribuisce la colpa alle tre ragazzine e le sbatte fuori di casa. Letteralmente. Le abbandona in strada, sul marciapiede e richiude la porta dietro di sé. Le piccole sono terrorizzate, piangono poi, dopo una fase iniziale di tentennamento, si rifugiano in un negozio di detersivi fortunatamente ancora aperto e chiedono aiuto. Il negoziante, appreso quanto accaduto, non crede ai suoi occhi (e alle sue orecchie…) e chiama subito il 112.

I carabinieri della stazione di San Sebastiano al Vesuvio arrivano dopo pochi minuti: per il 49enne incensurato una denuncia per abbandono di minori. Le piccole sono state invece affidate alla moglie dell’uomo, in quel momento altrove per alcune commissioni. Infine la beffa per il padre-padrone: il cane, un meticcio, si era semplicemente nascosto sotto ad un letto. Non era mai uscito di casa…

Avatar photo

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.