La madre era in un’altra stanza, quando lei è caduta, precipitata nel vuoto dal quarto piano dell’appartamento di casa. La tragedia che si è consumata a Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta, ha gettato nello sconforto l’intera comunità: una 15enne, si chiamava Raffaella, è morta in ospedale dopo l’incidente. Sul posto sono arrivati i soccorsi e i carabinieri della Compagnia di Capua che indagano sull’episodio.

La dinamica della tragedia è ancora da ricostruire con precisione nei dettagli. La ragazzina è precipitata dal quarto piano, nella notte tra domenica e lunedì. Viveva con la madre, che quando si è consumato l’episodio era impegnata in alcune faccende domestiche in altri ambienti dell’abitazione e che ha fatto scattare l’allarme. Raffaella detta “Lella” è precipitata per oltre 15 metri. Dopo la terribile caduta è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

Lo schianto sul terreno le aveva provocato la rottura della milza. La ragazzina è stata sottoposta a un intervento chirurgico, non abbastanza evidentemente per scongiurare la tragedia. Troppo gravi le ferite riportate nell’impatto. La notizia della morte ha fatto da subito il giro del paese gettando tutti nello sconforto. Il cordoglio del sindaco del comune nel casertano Giorgio Magliocca.

“Le energie si spengono – ha scritto Magliocca su Facebook – le speranze si affievoliscono sempre più lasciandoci inermi e vuoti di fronte alle situazioni alle quali non sappiamo più dare alcuna risposta: tutto diviene sgomento e buio svilendo la totalità dell’essere. Questa è la disperazione. So cosa hai provato. Bisogna solo essere fortunati in certe situazioni. Ciao Lella. Non ti conoscevo. Un abbraccio forte da parte di tutti noi. Sii felice lassù”.

Le indagini non escludono che ha provocare la tragedia sia stato un gesto estremo della ragazzina ma gli accertamenti dei militari della compagni di Capua sono ancora in corso.

Avatar photo

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.