È stata aperta un’indagine sulla morte della 16enne Aurora Grazini, giovane studentessa trovata priva di vita stamattina nel suo letto dai genitori a Montefiascone, comune in provincia di Viterbo.

Da una decina di giorni la 16enne avvertiva dei problemi di salute, legati ad un perdita di peso. Ieri pomeriggio era stata quindi portata all’ospedale di Belcolle di Viterbo, dove era stata dimessa dopo alcuni controlli. La sera la ragazza non aveva manifestato alcun sintomo, tanto da andare a dormire tranquillamente.

La salma è stata sequestrata e trasportata all’ospedale Belcolle dove martedì verrà effettuata l’autopsia: gli esami dovranno chiarire cosa ha provocato il decesso della 16enne. Il procuratore Paolo Auriemma sta coordinando l’indagine sulla vicenda, gli inquirenti infatti hanno aperto un fascicolo d’indagine con l’ipotesi di omicidio colposo a carico di ignoti.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha invece inviato una task force di ispettori all’ospedale di Belcolle per “accertamenti”, mentre la Regione Lazio ha disposto un audit clinico sul decesso della 16enne.

Il Comune di Montefiascone aveva anche valutato la sospensione della sfilata dei carri allegorici originariamente prevista per domenica, in segno di lutto, ma d’accordo con i genitori di Aurora la festa si terrà.