I carabinieri gli avevano ritirato la patente dopo il rifiuto di sottoporsi al test con l’etilometro, lui per ripicca è tornato sul posto con una ruspa e ha ribaltato l’auto dei militari, cercando anche di travolgerli. È l’incredibile dinamica dei fatti che ha portato nella notte all’arresto di Alessio Madeddu, 51 anni, ristoratore conosciuto anche per aver partecipato alla trasmissione di Alessandro Borghese “4 Ristoranti”.

L’episodio è avvenuto sulla provinciale 71 a Teulada, nel sud della Sardegna, dove i carabinieri stavano transitando ed hanno notato l’uomo camminare al centro della carreggiata. Dopo essersi fermati per capire cosa fosse accaduto, Madeddu ha spiegato di aver perso il controllo del suo veicolo, un furgone Fiat Ducato, perché abbagliato dai fari di una vettura, finendo fuori strada.

Storia alla quale i militari non hanno creduto, chiedendo quindi al ristoratore di sottoporsi all’etilometro e vedendosi rispondere con un secco ‘no’. Al 51enne è stata quindi ritirata la patente con tanto di denuncia, provocando la sua reazione: prima le minacce ai carabinieri, poi si è allontanato con un’auto di una persona che era arrivata sul posto per ‘recuperarlo’. Poco dopo Madeddu è tornato sul posto a bordo di una ruspa e, nonostante l’invito dei carabinieri a fermarsi, ha ribaltato la Jeep dei militari tentando anche di travolgerli e costringendoli a scappare in un boschetto vicino.

Lo stesso Madeddu, accompagnato dal padre, si è successivamente consegnato ai militari: lo chef è ora accusato di tentato omicidio, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.