Tragedia questa notte, poco dopo la mezzanotte, a Mussomeli (Caltanissetta), dove un giovane di 27 anni ha ucciso l’ex compagna e la figlia di lei e si è tolto la vita. Il dramma si è consumato in pochi attimi in casa, al culmine di una lite.

Il giovane, Michele Noto, ha estratto una pistola legalmente detenuta e ha fatto fuoco contro l’ex fidanzata di 48 anni, Rosalia Mifsud, e subito dopo contro la figlia di lei, Monica Di Liberto, di 28 anni. Poi, resosi conto di quello che aveva fatto, ha rivolto l’arma contro se stesso sparandosi alla tempia. La tragedia probabilmente per motivi sentimentali: il giovane non accettava infatti la fine della relazione che lo legava alla donna.

Sono comunque in corso accertamenti da parte dei carabinieri. A dare l’allarme i vicini di casa delle due vittime, trovate un lago di sangue in camera da letto. Noto era invece all’ingresso, accanto al suo corpo c’era la pistola utilizzata per il doppio femminicidio.

Redazione