In più di mille hanno seguito la video performance prodotta dal museo Madre e scandita in due quadri. Dopo due mesi di laboratorio gratuito, le 25 protagoniste individuate con un bando pubblico, non professioniste provenienti da quartieri e zone di Napoli come Forcella, Secondigliano, Poggioreale, Borgo Sant’Antonio, Mercato, Porto, Avvocata, Fuorigrotta, Arenaccia, hanno dato vita a degli inediti racconti di esperienze di “rottura” degli schemi e di autodeterminazione rispetto al contesto di provenienza.

Con la regia di Marina Rippa, voci e storie di personaggi femminili famosi provenienti da ambiti diversi, tra cui Mia Martini ed Elizabeth Arden, hanno incontrato gli spazi del Madre e le opere della collezione permanente.

D-Madre, Ri-belle è un progetto originale prodotto dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee nell’ambito delle attività che Sviluppo Campania S.p.A. realizza per conto della Regione Campania; l’iniziativa è finanziata con il POR Campania FSE 2014/2020 nell’ambito delle azioni previste dal “Piano Strategico Pari Opportunità” approvato dalla Regione Campania con DGR n. 112/2018.