C’è una svolta immediata per l’accoltellamento di un tifoso del Milan avvenuto domenica sera al termine del match di Serie A tra i rossoneri e il Bologna allo stadio Dall’Ara. Un 34enne di Mantova è indagato per lesioni aggravate: è stato individuato e fermato dalla polizia a seguito delle segnalazioni arrivate da gruppi di tifosi che lo hanno indicato come la persona in fuga dopo la violenta lite scoppiata nel settore ospiti dello stadio.

LE CONDIZIONI DEL TIFOSO – La vittima è un 35enne colpito con un coltello all’addome, è stato trasportato all’ospedale Maggiore in gravi condizioni e sottoposto ad intervento chirurgico: attualmente non è in pericolo di vita.

LA RISSA – La lite sarebbe scoppiata, stando a prime ricostruzioni, tra tifosi che si stavano contendendo al termine della partita alcuni indumenti lanciati dai giocatori del Milan. Il tifoso mantovano avrebbe quindi estratto il coltello e ferito il 35enne mentre erano ancora all’interno dei tornelli. Nella baruffa è rimasto coinvolto anche un amico della vittima, colpito da un pugno che gli ha fatto perdere alcuni denti. A riportare questo retroscena è l’emittente locale E’Tv, mentre per ora gli inquirenti non si sono sbottonati parlando solo di “futili motivi”.

Redazione