Un incidente dalla dinamica drammatica quello avvenuto questa mattina, intorno alle 8, sull’Autostrada A14 Bologna – Taranto, nel tratto compreso tra Pescara Sud e Pescara Ovest in direzione Ancona, all’altezza del km 385.

Una persona, un uomo di 46 anni, è morto investito dalla motrice di un camion senza rimorchio, che ha sbandato nel tentativo dell’autotrasportatore di compiere una frenata d’emergenza. La vittima, che il personale sanitario del 118 di Francavilla del Mare ha tentato inutilmente di rianimare, si trovava sul luogo dell’incidente per soccorrere il cugino.

Quest’ultimo, come ricostruisce Il Pescara, aveva forato una gomma del suo camion ieri sera e si era dunque fermato su una corsia chiusa per lavori, in attesa del recupero che sarebbe avvenuto questa mattina. In suo soccorso era intervenuto il cugino, che al termine del cambio pneumatico aveva quindi tentato di far rallentare i mezzi in transito nel tratto per consentire al tir di ripartire in sicurezza.

In zona è dunque sopraggiunta la motrice del camion, guidata da un 57enne di San Salvo (Chieti), che dopo aver sbandato ha investito in pieno il 46enne, sbalzato dall’impatto per circa 50 metri. La vittima è morta sul colpo, mentre sul luogo dell’incidente sono intervenuti 118, polizia stradale e personale di Autostrade per l’Italia.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.