Ha deciso di farla finita così come aveva fatto la sorella un anno fa, con un suicidio dalle stesse modalità. È stata trovata morta impiccata alla ringhiera delle scale del palazzo dove abitava nel quartiere di Colleatterrato, a Teramo, Simona Viceconte.

La donna, 45 anni, si è tolta la vita con le stesse modalità della sorella Maura Viceconte, ex campionessa italiana di maratona trovata senza vita il 19 febbraio del 2019, entrambe senza lasciare alcun biglietto a motivare l’estremo gesto.

La sorella Maura si uccise a 51 anni, impiccando ad un albero del giardino. La stella della maratona tra gli anni ’90 e i primi anni 2000, medaglia di Bronzo agli Europei di Budapest 1998, aveva accuratamente pianificato il suicidio, che resta però un mistero a distanza di un anno.